Chinese contemporary art from Shandong - Palazzo del Monferrato

Eventi
Mostre
Convegni
Vai ai contenuti


ARCHIVIO
/ Chinese contemporary art from Shandong

18 giugno - 29 luglio 2012


La Cina torna a Palazzo Monferrato con una nuova importante mostra, dopo la bella esposizione sul teatro delle ombre dell’anno scorso, infatti è stata inaugurata l’esposizione "Chinese contemporary art from Shandong", realizzata da Palazzo del Monferrato insieme con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e organizzata dal Centro Italiano per le Arti e la Cultura in collaborazione con Ji Nan Culture Exchange Centre.
L’iniziativa ha un alto valore sotto il profilo artistico ma presenta anche prospettive interessanti sul piano economico perché si inquadra all’interno di un progetto di collaborazione tra la regione dello Shandong e la nostra provincia. Lo Shandong è la terra di Confucio, caratterizzata da ricchi corsi d’acqua, dalla cultura della vite e dalla lavorazione dell’oro. È in programma una grande promozione del nostro ‘Dolcetto’ in questa regione: i dirigenti cinesi hanno assicurato che dovrà essere a disposizione di tutti i ristoranti. Intanto l’oreficeria valenzana è già attiva nell’area.
Non a caso, dunque, all’inaugurazione era presente una folta delegazione cinese, guidata dal vicesindaco della capitale Ji Nan, città con oltre cinque milioni di abitanti. Da parte alessandrina, c’erano il presidente di Palazzo Monferrato, Pier Angelo Taverna, il segretario generale della Camera di Commercio, Bruno Fara, e il vicepresidente della Banca di Legnano, Carlo Frascarolo.
La mostra propone sei straordinari artisti contemporanei dello Shandong, che, con le loro opere, ci mostrano una Cina in bilico tra modernità e tradizione. Curatore dell’esposizione è Vincenzo Sanfo. Huang Kehua, Ran Xue Mei, Xu de Qi, Zhang Chun, Zhang Hongmei e Zheng Yi sono i nomi di questi autori, già famosi in tutto il mondo.
All’inaugurazione erano esposte le straordinarie fotografie di Huang Kehua: immagini rubate alla natura, che vengono trasformate in rappresentazioni evocative della storia dell'arte moderna. Sembrano dipinti astratti, invece si tratta di foto non ritoccate, scattate ai fiori di loto in uno stagno e sui riflessi delle acque di Venezia.
Huang Kehua è una figura davvero insolita: bravissimo artista, è anche un dirigente politico di primo piano, già vicegovernatore dello Shandong.
La pittrice Zhang Hongmei segue una ricerca dai toni astratto geometrici in cui vengono inseriti forme e simboli della tradizione cinese.
La pop art è presente nella mostra con Xu De Qi e le sue rappresentazioni iconiche e vagamente simboliste di personaggi tratti dallo star system cinese o dalla storia, come Mao.
La ricerca materica delle forme caratterizza i grandi oli su tela di Zhang Chun. È l’aspetto metafisico, invece, che emerge nel modo in cui la pittrice Ran Xue Mei si approccia a oggetti e cose.

Epiche e suggestive le fotografie di Zheng Yi, che ci mostrano un mondo in via di estinzione con una serie di bellissimi ritratti di anziani nelle loro tradizionali abitazioni. Questa lunga serie di immagini chiude simbolicamente la mostra, quasi un saluto dell’arte contemporanea della nuova Cina al suo millenario passato.

Tutto il materiale di questo sito è © copyright 2018 della Camera di Commercio di Alessandria
Torna ai contenuti